Privacy Policy

Shirataki – pasta di konjac – senza glutine e senza calorie

Dopo averne tanto sentito parlare, ho deciso di provare gli shirataki!

Questo termine in giapponese significa “cascata bianca” e, infatti, questi “vermicelli” gelatinosi e trasparenti ne ricordano l’aspetto. Questi “noodles” vengono prodotti utilizzando la radice di konjac e sono composti principalmente da glucomannano e acqua.

Gli shirataki tradizionali apportano zero carboidrati, pochissime calorie e molte fibre. Sono anche naturalmente senza glutine. (Controllate però sempre che ci sia o il claim o la spiga sbarrata sulla confezione!) Il glucomannano, invece, dona un prolungato senso di sazietà. Ecco perché si stanno dimostrando sempre più popolari come sostituto della pasta e di altri carboidrati. Attenzione, però, perché è bassissimo anche il loro apporto in altri nutrienti! (In alcune confezioni, inoltre, sta iniziando ad apparire un avvertimento riguardo al rischio di soffocamento per persone con difficoltà a deglutire. Questo è dovuto al fatto che questi noodles non si sciolgono mangiandoli ma mantengono la loro consistenza “plasticosa”).

 

Bisogna sciacquarli 2/3 volte e poi farli bollire per un paio di minuti.

 

 

Io li ho conditi con uno “stir-fry” di verdure e salsa di soia senza glutine.

 

Come li ho trovati?

Sono effettivamente molto “plasticosi” e bisogna masticarli molto per poterli ingoiare.

Mi sono davvero sentita molto sazia, forse fin troppo…

Li rimangerei?

Credo che possano essere utili a chi cerca di perdere peso. Ciò nonostante, io preferisco scegliere cibi che apportino nutrienti per me importanti.

E voi, cosa ne dite? Li avete mai provati? Vi sono piaciuti?

 

 

P.S.: Consultate sempre un medico prima di modificare la vostra dieta o di introdurre alimenti nuovi nella vostra dieta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.